La Carta degli antichi acquedotti

on . Postato in Cavità Artificiali

Il progetto prende l’avvio nel 2003 in occasione dell’Anno Mondiale dell’Acqua, sulla scia di un altro importante progetto di tutela della Società Speleologica Italiana: “L’acqua che berremo” (individuazione e tutela degli ambienti carsici sotterranei e superficiali).

Si tratta di un censimento tematico correlato al Catasto Nazionale Cavità Artificiali, per raccogliere in modo organico le informazioni derivanti da specifici studi speleologici, le conoscenze relative alla presenza e alla ubicazione sul territorio italiano di opere ipogee destinate alla captazione delle risorse idriche sotterranee, al trasporto e alla distribuzione.

Nell’ambito del progetto l’acquedotto è inteso come un insieme costituito da:

- opere di presa (captazioni);
- una distinta struttura di trasporto sotterranea;
- un complesso di distribuzione a più utenti finali.

Data l’enorme quantità di opere idrauliche presenti sul territorio italiano, si è reso necessario introdurre alcuni limiti spazio/temporali, in particolare:

Limite temporale: anteriore al XVIII secolo

Epoche di realizzazione: fino al VI secolo d.C., dal VII al XIV secolo, dal XV al XVIII secolo

Lunghezza: uguale o superiore a 400 metri (sia misurati che dedotti dalla localizzazione delle sorgenti e dell’area di destinazione).

Ad oggi (2016) sono state acquisite schede relative a 140 acquedotti. Il database fornisce un quadro molto interessante, che ben evidenzia l'enorme rilevanza che lo studio degli antichi acquedotti sotterranei può rappresentare per il territorio italiano.

Il progetto prevede la realizzazione di un sistema informativo multimediale che garantisca:

  • fruizione semplice e completa dei dati;
  • identificazione della fonte informativa a tutela della proprietà intellettuale di chi fornisce i dati;
  • sostanziale incremento dei dati grazie a collaborazioni con altri Istituti e specialisti del settore;
  • condivisione del progetto in ambito internazionale;
  • conservazione dei dati secondo standard consolidati (backup periodico dei dati, protezione da attacchi informatici, ecc.).

 

Scarica la scheda per il censimento degli acquedotti 

Contatti: Mario Parise acquedotti2016gmail.com

Scarica Opera Ipogea speciale Carta Acquedotti

 

Storie dai patrocini

  • Grande successo de “Il Buco “ al Festival del Cinema di Venezia

    Ringrazio la speleologia italiana che si prende cura del buio e di tutto ciò che non ha ancora forma.” Così Michelangelo Frammartino ha commentato il ‘Premio Speciale della Giuria‘ del Festival del Cinema di Venezia assegnato al suo film “Il Buco”. La Società Speleologica Italiana è orgogliosa di aver patrocinato e supportato sin dall’inizio questo importante progetto, che finalmente ha portato su un palco così prestigioso  la vera natura della speleologia, perché è esattamente questo che gli speleologi tentano di fare: prendersi cura del buio.

  • Premiato il documentario “Monte Freikofel - Frontiera della Grande Guerra”,

     

    Il film-documentario del Gruppo Speleologico Prealpino “Monte Freikofel - Frontiera della Grande Guerra” ha ricevuto il primo premio nel Festival Internazionale di cortometraggi e documentari “CortIntelvi”.

SSI Consiglia

  • Obiettivo Terra 2022

     

    OBIETTIVO TERRA 2022. Al via la 13a edizione del concorso nazionale dedicato alle Aree Protette d'Italia. Cerimonia di premiazione a Roma il 22 aprile 2022 per celebrare la 52a Giornata Mondiale della Terra.

    Il contest: in palio 1.000 euro, gigantografia in una delle splendide piazze di Roma, la copertina della pubblicazione dedicata alla nuova edizione del concorso e altri premi.

  • Amici a testa in giù

    Il progetto, ideato dalle Guide ufficiali del Parco Nazionale dell’Alta Murgia in collaborazione con l’Ente Parco, mira a far conoscere i pipistrelli, animali ingiustamente maltrattati ed oggi ancora più a rischio a causa dell’attuale periodo emergenziale.

    tutte le info su  https://www.parcoaltamurgia.gov.it/index.php/ente-gestore/news-ed-eventi/2309-amici-a-testa-in-giu e facebook

Dal Mondo

Federazione Speleologica Europea

  • Euro Speleo newsletter Aprile 2021

    Scarica la newsletter

  • EuroSpeleo Protection Label 2021

    La European Speleological Federation (FSE) e la sua European Cave Protection Commission (ECPC) indicono il Bando 2021 per l'EuroSpeleo Protection Label. Sul sito FSE sono scaricabili le linee guida e il modulo di candidatura (scadenza per le candidature 30 giugno 2021): http://www.eurospeleo.eu/en/commissions-en/cave-protection/ecpc-activities/eurospeleo-protection-label.html

    Lo scopo del marchio di protezione Euro Speleo è sostenere la protezione attiva delle grotte nei Gruppi speleo, comitati, commissioni nazionali, ecc. In tutta Europa e condividere questa conoscenza in tutta Europa.

    Per questo molti speleologi e strutture speleologiche stanno individuando soluzioni specifiche che possono poi essere condivise con l'intera comunità speleologica europea, al fine di adattare queste soluzioni di protezione delle grotte per l'applicazione in altri paesi europei.

    La FSE / ECPC desidera riconoscere i progetti di qualità che possono aiutare a trovare soluzioni migliori per la protezione delle grotte tra la comunità speleologica assegnando loro l'Euro Speleo Protection Label. Questo premio dprevede un sostegno finanziario per consentire la continuazione dell'importante lavoro svolto dai club, comitati e commissioni premiati, perché tutti abbiamo bisogno di preservare il patrimonio speleologico per le prossime generazioni. Per chi fosse interessato contattare i delegati SSI per la FSE, Ferdinando Didonna e Claudio Pastore : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

     

     
     

     

Union Internationale de Spéléologie

  • UIS Bullettin 63-1

     

    E' uscito il nuovo numero del bollettino della Unione Internationale de Spéléologie, si può scaricare direttamente da questo link.

  • Premio France Habe 2021



    Promozione della protezione delle grotte e del carsismo - Scadenza 20/08/2021

    Il Premio France HABE è indetto ogni anno dalla Karst and Caves Protection Commission (Commissione sulla protezione del carso e delle grotte) dell'International Union of Speleology (UIS).

    Con la cancellazione del 18mo Congresso Internazionale di Speleologia, la scadenza per la partecipazione al premio è stata eccezionalmente spostata al 20 agosto 2021. Non perdete l'opportunità!
    Tutte le informazioni utili sono qui http://uis-speleo.org/index.php/karst-and-cave-protection-commission/

Dove Siamo

Sede
c/o Università di Bologna
via Zamboni 67 - 40126 - Bologna
Sede operativa
via Enrico Mattei, 92 - 40138 - Bologna
Indirizzo postale
Segreteria SSI CP 6247, 40138 - Bologna
Tel +39 051 534657 (lu-ve 15-17)
Fax +39 051 0922342
Mail: infoATsocissi.it
Mail PEC: segreteriaATpec.socissi.it

Facebook
Instagram
You Tube

Contatti

Codice fiscale 80115570154
Partita Iva 02362100378

 

 

 

Statistiche

Utenti registrati
848
Articoli
739
Visite agli articoli
2713786
Benvenuto sul sito della SSI!

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookies" puoi acconsentire al loro utilizzo in conformità alla nostra privacy e cookie policy.