Cavità Artificiali

Artificial Cavities Commission - Dep. of Research UIS

on . Postato in Cavità Artificiali

In ambito internazionale la speleologia in cavità artificiali è coordinata da una specifica Commissione della International Union of Speleology. L'Italia è rappresentata da tre componenti che ricoprono gli incarichi di presidente, segretario generale e membro ordinario.


Vai al sito artificialcavities.wordpress.com

 

La Carta del Trogloditismo nel Mediterraneo

on . Postato in Cavità Artificiali

Scopo del progetto, varato dai ricercatori indipendenti Mario Mainetti ed Erica Besana, successivamente condiviso con la Commissione Nazionale Cavità Artificiali, è definire l’entità di un fenomeno che interessa diverse nazioni nel mondo e tutti i paesi dell’area mediterranea.

L’abitare in sotterranei ha caratterizzato, e in parte caratterizza tuttora, intere regioni del sud Italia e della Tunisia, Libia, Turchia, Francia e Spagna. Oggi l’architettura scavata si trova al centro dell’attenzione grazie agli studi intrapresi fin dagli anni ’60 ed al rinnovato interesse per le strutture ecocompatibili. Numerosi sono gli esempi di architetture trogloditiche riconosciute come patrimonio culturale e ormai parte integrante della nostra conoscenza: gli insediamenti di Matera e della Cappadocia, Petra, le abitazioni di Matmatah e Guadix.

Tuttavia un tessuto di centri minori (luoghi di culto, sistemi di difesa, ecc.) rimane nascosto e corre il rischio di essere per sempre perduto. L’idea di stilare un elenco dal quale si evidenzi la reale estensione dell’abitare ipogeo, nasce dall’assenza di un approccio quantitativo al tema dell’architettura trogloditica e dalla volontà di fornire una base per chi si occupa, a tutti i livelli e con approccio diverso per ogni disciplina, di cavità artificiali. Ma soprattutto il censimento si pone come strumento finalizzato ad una tutela diffusa dei territori interessati. Riconoscendo all’architettura ipogea il ruolo che ha avuto nella nostra storia, possiamo provare a capire se, e come, essa possa far parte integrante anche del nostro futuro.

Contatti:

Michele Betti <artificialiATsocissi.it> (sostituire AT con @)

Scarica la scheda di censimento TrogloMed

La Carta degli antichi acquedotti

on . Postato in Cavità Artificiali

Il progetto prende l’avvio nel 2003 in occasione dell’Anno Mondiale dell’Acqua, sulla scia di un altro importante progetto di tutela della Società Speleologica Italiana: “L’acqua che berremo” (individuazione e tutela degli ambienti carsici sotterranei e superficiali).

Si tratta di un censimento tematico correlato al Catasto Nazionale Cavità Artificiali, per raccogliere in modo organico le informazioni derivanti da specifici studi speleologici, le conoscenze relative alla presenza e alla ubicazione sul territorio italiano di opere ipogee destinate alla captazione delle risorse idriche sotterranee, al trasporto e alla distribuzione.

Nell’ambito del progetto l’acquedotto è inteso come un insieme costituito da:

- opere di presa (captazioni);
- una distinta struttura di trasporto sotterranea;
- un complesso di distribuzione a più utenti finali.

Data l’enorme quantità di opere idrauliche presenti sul territorio italiano, si è reso necessario introdurre alcuni limiti spazio/temporali, in particolare:

Limite temporale: anteriore al XVIII secolo

Epoche di realizzazione: fino al VI secolo d.C., dal VII al XIV secolo, dal XV al XVIII secolo

Lunghezza: uguale o superiore a 400 metri (sia misurati che dedotti dalla localizzazione delle sorgenti e dell’area di destinazione).

Ad oggi (2016) sono state acquisite schede relative a 140 acquedotti. Il database fornisce un quadro molto interessante, che ben evidenzia l'enorme rilevanza che lo studio degli antichi acquedotti sotterranei può rappresentare per il territorio italiano.

Il progetto prevede la realizzazione di un sistema informativo multimediale che garantisca:

  • fruizione semplice e completa dei dati;
  • identificazione della fonte informativa a tutela della proprietà intellettuale di chi fornisce i dati;
  • sostanziale incremento dei dati grazie a collaborazioni con altri Istituti e specialisti del settore;
  • condivisione del progetto in ambito internazionale;
  • conservazione dei dati secondo standard consolidati (backup periodico dei dati, protezione da attacchi informatici, ecc.).

 

Scarica la scheda per il censimento degli acquedotti 

Contatti: Mario Parise acquedotti2016gmail.com

Scarica Opera Ipogea speciale Carta Acquedotti

 

Il Catasto Nazionale delle Cavità Artificiali

on . Postato in Cavità Artificiali

Database speleologico che dal 1989 raccoglie i dati sintetici (numero progressivo, ubicazione, denominazione e tipologia) delle cavità artificiali italiane, censite in modo completo presso i catasti regionali.

Vai al sito catastoartificiali.speleo.it

Cavità Artificiali

on . Postato in Cavità Artificiali

Le cavità artificiali sono opere sotterranee – scavate, costruite nel sottosuolo o divenute ipogee in seguito alle stratificazioni del tessuto urbano – di origine antropica e di interesse storico, archeologico, urbanistico, geologico ed antropologico.

Architetture e reticoli sotterranei diffusi in tutto il mondo, che attraversano la storia testimoniando le capacità tecniche e progettuali dell’uomo fin dagli albori della sua comparsa sulla terra. Gli studi che gli speleologi svolgono nelle cavità artificiali permettono la conoscenza, la documentazione, il recupero e l’analisi di importanti testimonianze del passato che, diversamente, rischierebbero di scomparire.

La Società Speleologica Italiana, interlocutrice privilegiata degli Enti preposti alla tutela del patrimonio ambientale e culturale, grazie alla sua Commissione Nazionale Cavità Artificiali contribuisce alla conoscenza del patrimonio ipogeo artificiale, alla sua protezione e tutela, alla progettazione di itinerari sotterranei fruibili anche da non speleologi, destinati ad arricchire l'offerta culturale e turistica di molti Enti Locali.

Storie dai patrocini

  • "Corchia - La Montagna Vuota" secondo premio a Hells Bells Speleo Award

    Si è tenuta martedì 18 febbraio al Teatro Miela di Trieste, nell’ambito della XXX edizione della Rassegna Internazionale di Cinema di Montagna ALPI GIULIE CINEMA organizzata da Monte Analogo, la serata dedicata al Premio Hells Bells, ovvero “il cinema speleologico”. Complimenti agli organizzatori, alla Commissione Grotte E. Boegan e a tutti i partecipanti; un “bravo!” a Sirio Sechi che ha vinto la Campana d’Oro con “I claustrofili”, video emozionante e a Roberto Tronconi, Campana d’Argento con “Corchia, la montagna vuota”, splendido risultato di un progetto patrocinato anche da SSI! E altri sinceri complimenti alle speleo e agli speleo che hanno reso possibili questi importanti lavori di documentazione e riflessione sulla speleologia! www.monteanalogo.net per conoscere i vincitori!

    Trailer

  • "Corchia - La Montagna Vuota" a Hells Bells Speleo Award

    Film di Roberto Tronconi patrocinato dalla SSI è in selezione a Trieste per Hells Bells Speleo Award, il concorso cinematografico Alpi Giulie Cinema organizzato dall'Associazione Monte Analogo in collaborazione con la Commissione Eugenio Boegan delle Alpi Giulie.

    Il film verrà proiettato Martedì 18 Febbraio 2020 al Teatro Miela di Trieste alle ore 21:00

    Programma della serata    Trailer

SSI Consiglia

Dal Mondo

Federazione Speleologica Europea

  • Aggiornamenti eventi FSE causa Coronavirus

    Riprogrammazione dell'EuroSpeleo Forum 2020 a Burgos in Spagna, rinvio del sesto simposio sulla protezione e dell'Assemblea generale dell'FSE a causa della pandemia di coronavirus COVID-19.

  • La Federazione Speleologica Europea e il Coronavirus

    Dalla FSE a tutti gli speleo europei
    Nel giro di poco tempo la vita quotidiana nella maggior parte dei paesi del mondo è radicalmente cambiata a seguito dello scoppio del Coronavirus COVID-19. Caffè, negozi e scuole sono chiusi, voli, festività e attività di ogni genere, compresi gli eventi, sono cancellati o vietati e alcuni confini sono chiusi al traffico. Gli stretti contatti con le persone devono essere significativamente ridotti o evitati e, in alcuni paesi, le comunità vengono poste in quarantena. Tutto questo per reprimere la diffusione del coronavirus e al fine di mantenere la qualità della nostra assistenza sanitaria. Queste misure di vari paesi hanno un impatto sulla pratica della speleologia e la speleologia in qualsiasi forma, indipendentemente dalle dimensioni delle parti speleologiche.

Union Internationale de Spéléologie

Dove Siamo

Sede
c/o Università di Bologna
via Zamboni 67 - 40126 - Bologna
Sede operativa
via Enrico Mattei, 92 - 40138 - Bologna
Indirizzo postale
Segreteria SSI CP 6247, 40138 - Bologna
Tel +39 051 534657 (lu-ve 15-17)
Fax +39 051 0922342
Mail: infoATsocissi.it
Mail PEC: segreteriaATpec.socissi.it

Facebook
Instagram
You Tube

Contatti

Codice fiscale 80115570154
Partita Iva 02362100378

 

 

 

Statistiche

Utenti registrati
389
Articoli
645
Visite agli articoli
1954399
Benvenuto sul sito della SSI!

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookies" puoi acconsentire al loro utilizzo in conformità alla nostra privacy e cookie policy.